SpoTTe

blogNjaWeekly Recap – La partnership di Apple con Baidu, Grok aperto a tutti e le altre notizie della settimana
, Weekly Recap – La partnership di Apple con Baidu, Grok aperto a tutti e le altre notizie della settimana

Weekly Recap – La partnership di Apple con Baidu, Grok aperto a tutti e le altre notizie della settimana


, Weekly Recap – La partnership di Apple con Baidu, Grok aperto a tutti e le altre notizie della settimana Buongiorno Ninja,

chiudiamo la settimana con il nostro Weekly Recap.

La SGE su Google non sarà più un’opzione. La ricerca online potenziata dall’intelligenza artificiale è destinata a diventare lo standard per tutti, favorevoli o meno (scopri qui i dettagli). Era ovvio che, come accade a tutti i processi, anche la navigazione via browser dovesse cambiare con l’arrivo di una tecnologia tanto grande, ma gli scenari che cambiano per la visibilità dei siti che offrono informazione e gli advertiser potrebbero scatenare un vero terremoto nell’industry.

Rimanendo in tema AI, sfondare nel mercato orientale è, senza dubbio, una necessità importante per le big del tech made in USA, ma il Governo Cinese pone dei vincoli stretti che costringono le organizzazioni ad adeguare le proprie strategie. La mossa di Apple, che si affiderà a Gemini qui da noi (approfondisci qui la notizia), punta a garantirsi un ingresso privilegiato grazie all’implementazione dell’AI di Baidu (qui trovi i dettagli della partnership).

Nel frattempo, i contenuti politici saranno bloccati di default sulle piattaforme di Meta (approfondisci qui), ma sarà possibile disattivare facilmente l’opzione. Il controllo sui contenuti che vediamo è, senza dubbio una buona notizia ma questo non significa sbarazzarsi delle fake news, significa invece doversi escludere da un argomento in nome della lotta alla disinformazione.

Intanto, solo pochi giorni fa Spotify aveva dato l’annuncio dell’inserimento del supporto per i video musicali dei brani (trovi qui maggiori informazioni). Un bel cambiamento dal modello classico di fruizione dell’audio che, in un certo senso, l’aveva avvicinata a YouTube. Ora, il colosso dello streaming continua a diversificare la sua offerta, introducendo la possibilità di seguire video corsi (ecco quali sono).

Spotify ha davvero perso il suo focus?

La ricerca con AI arriva per tutti gli utenti su Google 

Inizialmente su base volontaria, la società sta ora iniziando a implementarla per tutti gli utenti, anche senza registrazione preventiva. La ricerca generativa (SGE) è stata estesa a oltre 120 paesi a causa della crescente competizione nel settore dell’IA. Permetterà una conversazione bidirezionale, simile a quella con un bot. 

WhatsApp testa strumenti di modifica delle immagini con IA

L’ultima versione beta per Android svela l’integrazione di strumenti di modifica delle immagini alimentati dall’intelligenza artificiale. Gli utenti avranno accesso a funzionalità come Backdrop, Restyle e Expand, consentendo modifiche avanzate come la modifica del background, l’applicazione di effetti visivi e l’espansione delle immagini, tramite prompt basati su testo.

Apple con Baidu per potenziare l’IA su iOS e macOS

La società starebbe acquisendo servizi di intelligenza artificiale dal gigante tecnologico cinese Baidu. La collaborazione, sebbene non confermata ufficialmente, appare plausibile dato il bisogno di Apple di dotarsi di un modello di IA generativa approvato dal governo cinese per iOS 18.

X apre Grok a tutti gli abbonati Premum 

Il social ha esteso l’accesso al suo chatbot AI Grok a tutti gli abbonati Premium. Lanciato a novembre, Grok utilizza i dati dei post di X per fornire risposte ritenute più rilevanti e aggiornate. Inizialmente limitato agli abbonati del pacchetto da 16 dollari al mese, l’accesso esteso mira ad aumentare l’utilizzo e valutare il vero valore di Grok per gli utenti. 

Gli utenti di Instagram e Threads possono bloccare i contenuti politici

Meta introduce su questi social la possibilità per gli utenti di limitare i contenuti politici nel loro feed. La nuova opzione è attiva per default ma modificabile nelle impostazioni. Gli utenti possono decidere se visualizzare o meno tali contenuti, ampliando il controllo sull’esperienza utente.

Update&Insight

Takeaway

  • La possibilità di limitare i contenuti politici consente agli utenti di avere un maggior controllo sull’informazione che ricevono e sull’ambiente digitale che frequentano. Cosa che può essere particolarmente apprezzata da chi desideri evitare dibattiti polarizzati o che trovi i contenuti politici fonte di stress o ansia. Però, se da un lato il filtro può aiutare a creare un’esperienza utente più piacevole, dall’altro rischia di rinforzare le cosiddette “echo chambers”, limitando l’esposizione a punti di vista diversificati.
  • L’informazione secondo cui Apple potrebbe essere in trattative per acquisire servizi di intelligenza artificiale da Baidu solleva diversi punti di interesse e possibili implicazioni, sia per le aziende coinvolte che per il mercato tecnologico globale e i consumatori. Considerando che questa notizia non è stata confermata ufficialmente, è importante trattarla con cautela, ma l’acquisizione di servizi di intelligenza artificiale da Baidu potrebbe significare un notevole potenziamento delle competenze di Apple in termini di IA generativa.

L’articolo Weekly Recap – La partnership di Apple con Baidu, Grok aperto a tutti e le altre notizie della settimana proviene da Ninja Business School.



by Ninja Marketing

logo 2024 250

SpoTTe®
di Luca Sacchettino

2009-2023 © Tutti i diritti riservati
Web & Desig by SpoTTe
SpoTTe® è un marchio registrato