SpoTTe

blogBrand-news.itle cifre della parità di genere prendono corpo con l’iniziativa Cnr-Rai ‘No Women No Panel’
, le cifre della parità di genere prendono corpo con l’iniziativa Cnr-Rai ‘No Women No Panel’

le cifre della parità di genere prendono corpo con l’iniziativa Cnr-Rai ‘No Women No Panel’


I media hanno una grande responsabilità: perché sono tra i principali ispiratori di modelli, per tutte le generazioni, ha sottolineato la presidente Rai Marinella Soldi

Avviato nel 2022, completamente operativo nel 2023, il progetto di Cnr e Rai ‘No Women No Panel – Senza donne non se ne parla’ per l’equilibrio di genere nella comunicazione pubblica ha presentato il suo primo bilancio.

I dati analizzati riguardano le attività di monitoraggio effettuate dalle istituzioni nazionali e territoriali – Pubbliche amministrazioni, Università, Enti di ricerca e Accademie – firmatarie dell’Accordo con la Rai, tra cui lo stesso Cnr.

Per quanto riguarda la Rai, il percorso avviato con la sigla del memorandum d’intesa a gennaio 2022 con l’obiettivo di dare una rappresentazione femminile nei programmi Rai che sia più simile alla realtà, creando modelli per gli utenti e l’aspirazione perfettamente paritaria, ha raccolto finora l’adesione di 60 programmi (41 TV, 15 radio e 4 online) con un un numero più che raddoppiato di programmi con una presenza di donne pari o superiore al 50% rispetto al primo mese di rilevazione.

Non solo: è stato costruito un database delle esperte per rispondere ai feedback delle redazioni secondo cui le donne non voglio esporsi, è difficile trovare donne nelle discipline Stem, non è facile trovare ospiti in breve tempo per la messa in onda e quindi si va sul sicuro richiamando sempre gli stessi volti noti. l data base contiene circa 300 contatti di esperte forniti dalla Conferenza dei Rettori delle università italiane e ogni redazione può contribuire ad arricchirlo aggiungendo nuove esperte.

, le cifre della parità di genere prendono corpo con l’iniziativa Cnr-Rai ‘No Women No Panel’ , le cifre della parità di genere prendono corpo con l’iniziativa Cnr-Rai ‘No Women No Panel’

I numeri non mentono. “I numeri non mentono e la trasparenza è uno dei punti di forza di questo progetto, ci aiuta ad avere consapevolezza, a guardare la strada fatta e migliorarci dove serve”, ha dichiarato la Presidente Rai Marinella Soldi. “Anche per questo i media hanno una grande responsabilità: perché sono tra i principali ispiratori di modelli, per tutte le generazioni. I messaggi che si danno – o che sono assenti – si amplificano nella società e per questo il servizio pubblico ha un ruolo di primo piano in questa battaglia di civiltà contro gli stereotipi di genere”, ha aggiunto Soldi.

Quasi in parità. I dati raccolti dal Cnr monitorando 587 eventi nazionali tra il 2022 e il 2023 (di cui il 73,9% organizzati dallo stesso Cnr) dicono che la partecipazione ha quasi raggiunto la parità quando si tratta di moderatori ed esperti, i ‘manel’ sono stati il 16,6%, bilanciati dal 15% in cui il panel era composto solo da donne. La parità però non tocca ancora tutti gli ambiti: solo la politica si avvicina, mentre restano indietro attualità, ambiente, scienze, economia e cultura, in cui predominano ancora i panel tutti o prevalentemente maschili. Anche negli eventi di comunicazione pubblica di cui è partito il monitoraggio c’è una complessiva parità, ma le differenze permangono nei profili delle persone esperte invitate agli eventi.

SCARICA IL REPORT RAI

SCARICA IL REPORT CNR

SCARICA IL REPORT NWNP NAZIONALE



Source link

logo 2024 250

SpoTTe®
di Luca Sacchettino

2009-2023 © Tutti i diritti riservati
Web & Desig by SpoTTe
SpoTTe® è un marchio registrato